Modena intitola la nuova palestra Marconi a Nelson Mandela

Il sindaco Giorgio Pighi ha comunicato la decisione ai capigruppo: nasce il PalaMadiba. Sabato 14 dicembre l'inaugurazione

Nelson Mandela

Nelson Mandela

MODENA - La città di Modena ricorderà per sempre la grande figura di Nelson Mandela, scomparso il 5 dicembre scorso. Il sindaco Giorgio Pighi ha comunicato alla conferenza del capigruppo la decisione di intitolare a Madiba la palestra delle scuole medie Marconi (in via Canaletto 110\b). Gli studenti delle generazioni future frequenteranno quindi il PalaMadiba (Madiba è il nomignolo con cui tutti chiamavano il leader sudafricano all'interno del clan di appartenenza, dell'etnia Xhosa).

Tra i primi a complimentarsi pubblicamente con Pighi, il medico e consigliere comunale Paolo Trande del Pd. "La nuova palestra Marconi di Modena sarà PalaMadiba perché i ragazzi incrocino la sua vita. Bravo sindaco Pighi", ha scritto sul social network Twitter.

Sabato 14 dicembre l'inaugurazione

La nuova palestra delle scuole Marconi di Modena sarà inaugurata sabato 14 dicembre. "Modena ricorderà così Nelson Mandela, intitolandogli un luogo di sport, di educazione e di istruzione, affinché il suo insegnamento continui a testimoniare il messaggio di pace e libertà che ha caratterizzato la sua vita", ha detto nel pomeriggio il sindaco Pighi in consiglio comunale.

Il nuovo impianto

L’impianto sportivo è stato realizzato con una struttura portante antisismica poggiata su colonne in cemento armato, ha una estensione di 2.970 metri quadrati dove è possibile praticare hockey su pista, pattinaggio artistico, pallavolo, basket, pallamano e calcetto. Ed è collocato nell’ambito di un’area attrezzata per numerose discipline sportive anche all’esterno. L’investimento del Comune è stato di quattro milioni e 400 mila euro.

Il campo di gioco, un parquet in legno sotto il quale è installato il riscaldamento, è servito da due tribune per il pubblico per un totale di 256 posti a sedere, due spogliatoi per atleti, due spogliatoi per arbitri, quattro depositi per attrezzature. In posizione soprelevata rispetto alle tribune è stato realizzato anche un soppalco aperto al pubblico (circa 80 persone), una postazione per telecronisti e un’area per riprese televisive.

Al piano terra, oltre all’ingresso e agli uffici, c’è il corridoio di collegamento diretto con la scuola, due spogliatoi per gli studenti con docce e servizi igienici, un’infermeria, due spogliatoi per gli insegnanti e un deposito per le attrezzature. Al primo piano, a cui si accede da una scala interna di comunicazione con l’atrio di ingresso e un ascensore, è stato realizzato uno spazio per la pratica del tennis tavolo, spogliatoi e altri spazi tecnici. All’esterno sono presenti quattro corsie di 60 metri per la corsa, campi da pallavolo, pallamano, basket, tennis e calcetto.

La cerimonia di inaugurazione

Il taglio del nastro è in programma alle 10 di sabato 14 dicembre, ma già dalle 9 sono previste esibizioni di diverse società sportive: Invicta Skate, Centro La Fenice-Lust e Villa d’Oro Pallavolo. Il programma prosegue alle 11 con altre esibizioni sportive degli atleti dello Junior Sacca, Panaro Modena e del Sbm Basketball. Nel corso della manifestazione si esibirà il gruppo musicale Phoenix, formato dagli alunni dell’indirizzo musicale della scuola. In occasione dell’inaugurazione sarà presentata anche una mostra fotografica sulla storia del quartiere Crocetta e delle sue squadre di pallavolo. La mostra è curata da Alessandro Simonini, Maurizio Vaccari e Mara Raimondi.

Media
  • Nelson Mandela
    Nelson Mandela
comments powered by Disqus