Terremoto e contributi autonoma sistemazione: come ritirare i soldi a Novi di Modena

Il sindaco Turci risponde a una cittadina di Rovereto sulla Secchia che lamenta di non aver ancora ricevuto le somme promesse dalle istituzioni

Il sindaco di Novi, Luisa Turci

Il sindaco di Novi, Luisa Turci

NOVI DI MODENA (Modena)A Novi il Comune ha anticipato due mesi di contributo per l'autonoma sistemazione  a chi in questi giorni ha lasciato i campi preferendo cercare un alloggio alla sistemazione in albergo. Una cittadina della frazione di Rovereto sulla Secchia, la cui casa è crollata a causa del terremoto, ha scritto a Modenaonline  contendando al primo cittadino la veridicità di alcune sue affermazioni. La prima contestazione: "Non ha anticipato nulla, in quanto i soldi sono disponibili ai comuni già da una decina di giorni". La seconda: "Il Comune ha dato questi soldi solo a chi era nei campi ufficiali, ma a chi si è arrangiato e ha chiesto il Cas già da 4 mesi non ha dato nulla. Non sono ancora arrivati i soldi a nessuno (sul conto corrente), mentre invece mi risulta che qualcuno ha potuto ritirare di persone i soldi perché non aveva indicato l'Iban".

Osservazioni cui il sindaco Turchi risponde così: "L'anticipo è stato versato dal Comune a chi è uscito dai campi tenda, e che non ha mai ricevuto prima il Cas. A chi, dopo 4 mesi in tenda, ha preferito una autonoma sistemazione invece di andare in albergo, abbiamo consegnato il cosiddetto Cas 2 per fare in modo che avesse in tasca i soldi necessari anche solo per versare la caparra del contratto di affitto della nuova casa. Alcuni cittadini non hanno capito che si parla di due fondi diversi. Il Cas 1 è arrivato dalla Protezione Civile e copre i primi due mesi dell'emergenza, giugno e luglio. Contributo che abbiamo liquidato in questi giorni. Dall'1 agosto il contributo è diventato regionale, ed è aumentato da 600 a un massimo di 900 euro a famiglia. In questo caso parliamo di Cras, contributo regionale autonoma sistemazione".
E sull'erogazione, ha aggiunto: "Abbiamo gestito 1.632 domande, in 317 delle quali il cittadino non ha indicato l'Iban per provvedere al bonifico sul conto corrente, chiedendo di essere chiamato all'arrivo dei soldi per poter passare direttamente in segreteria, in questo caso Unicredit, per ritirare i soldi. I bonifici sono stati fatti con valuta di ieri, 17 ottobre. Per i 317 di cui ho parlato prima, abbiamo iniziato a chiamarli e a consegnare loro, al ritmo di 50 al giorno come chiesto da Unicredit, il mandato di pagamento con cui andare in banca a ritirare i soldi".

Leggi anche
Terremoto, a Novi il Comune anticipa i contributi agli sfollati

Media
  • Il sindaco di Novi, Luisa Turci
    Il sindaco di Novi, Luisa Turci
comments powered by Disqus