Vaticano, per Paolo Gabriele 18 mesi di carcere

La richiesta di tre anni è stata ridotta per le attenuanti. L'ex maggiordomo condannato al pagamento delle spese processuali

Paolo Gabriele con il Papa

Paolo Gabriele con il Papa

CITTA' DEL VATICANO – Tre anni di reclusione per il furto dei documenti del Papa, poi ridotti a 18 mesi, per Paolo Gabriele. All’ex maggiordomo del Santo Padre sono state riconosciute le attenuanti. Gabriele è stato anche condannato al pagamento delle spese processuali.
Secondo l’avvocato di Gabriele, Cristiana Arru, quella emessa stamattina è stata “una buona sentenza”; ancora da valutare il ricorso in appello.
Alla lettura della sentenza, l'ex maggiordomo di Papa Benedetto XVI ha reagito in maniera impassibile. Poco prima che la corte si ritirasse, aveva spiegato le motivazioni del suo gesto: “La cosa che sento forte dentro di me è la convinzione di aver agito per esclusivo, direi viscerale, amore per la Chiesa di Cristo e per il suo capo visibile. E se lo devo ripetere – ha aggiunto - non mi sento un ladro”.

Media
  • Paolo Gabriele con il Papa
    Paolo Gabriele con il Papa
comments powered by Disqus