Pdl: “Violenza sulle donne, pene più dure”

Dopo gli episodi di aggressione che hanno visto vittime giovani straniere, la parlamentare chiede interventi: "Una questione da affrontare senza tentennamenti"

MODENA – "La vera integrazione di culture si fonda nel pieno rispetto del prossimo e dei valori della Costituzione". Torna alla carica sul tema della violenza sulle donne da parte di stranieri la vicepresidente dei deputati Pdl Isabella Bertolini. L’onorevole pidiellina chiede pene severe.
"Pochi giorni fa – ricorda la Bertolini – il pestaggio a Modena di una giovane marocchina aggredita dal padre perché vuole vivere all'occidentale, poi la donna picchiata dal marito a Porto Empedocle perché si era permessa di togliersi il velo, oggi le cronache segnalano un altro inaccettabile caso di violenza familiare, avvenuto in Trentino, ai danni di un’indiana incinta. La donna è stata presa a calci e a pugni dal marito perché ritenuta incapace di dargli un figlio maschio. Un Paese civile non può e non deve accettare il perpetrarsi di reati di tale gravità, che vedono sempre più spesso vittime i soggetti più deboli della società. Ci sono persone soggiogate da religioni, culture ed usanze che non contemplano il rispetto di tutti gli esseri umani, ma che non trovano la forza di ribellarsi". La Bertolini chiede allo Stato di difendere "le vittime dell'ignoranza e del fanatismo". "La vera integrazione di culture tra loro tanto lontane – ha aggiunto la parlamentare – trova i propri presupposti nel pieno rispetto del prossimo e dell'altrui pensiero e dei valori della nostra costituzione. Abbiamo il dovere di garantire a tutte le donne presenti nel nostro Paese che le leggi della Repubblica valgono per tutti e che non vi sono persone di serie b. È un fenomeno che deve essere affrontato al più presto e senza tentennamenti".

Media
  • Isabella Bertolini (Pdl)
    Isabella Bertolini (Pdl)
comments powered by Disqus