Maratona per l'Emilia, due giorni con il grande jazz italiano

Il 10 e l'11 luglio appuntamento con musicisti di primo piano al Baluardo della Cittadella: una nuova iniziativa di solidarietà per i terremotati

All'evento jazz anche Gino Paoli

All'evento jazz anche Gino Paoli

MODENA – Il grande jazz italiano per la ricostruzione. Presentati da David Riondino, suoneranno e canteranno Gino Paoli, Raphael Gualazzi, Rossana Casale, Franco Cerri, Tullio de Piscopo, Enrico Pieranunzi e Dado Moroni, con altri musicisti di primo piano della scena jazz nazionale. Tutti saranno a Modena il 10 e l’11 luglio per esibirsi in una due giorni organizzata per raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione post terremoto. L’appuntamento con la "Maratona jazz per l’Emilia", ideato tre associazioni e imprese culturali modenesi: "Rat Pack Music Srl", "Muse" e "Amici del jazz di Modena" e subito adottata dal Comune di Modena e dalla Regione, è al Baluardo della Cittadella. "Queste due giornate – spiega Giulio Vannini di Rat Pack Music – vogliono contribuire alla ricostruzione e portare un messaggio positivo a tutte le persone che si adoperano per questo. Il jazz modenese si mette dunque a disposizione di questo obiettivo ritrovando a sua volta una nuova vitalità che lascia ben sperare per il futuro culturale della città. Desideriamo ringraziare per la grande disponibilità i musicisti, che presteranno la loro arte gratuitamente, e tutti i sostenitori che hanno messo a disposizione mezzi e risorse per la buona riuscita della manifestazione. Aspettiamo numerosi appassionati".
Le due serate di martedì e mercoledì 10 e 11 luglio nel locale di piazza Giovani di Tien an Men (di fronte allo stadio Braglia) iniziano alle 19 e terminano attorno a mezzanotte con una jam session, dopo una serie di esibizioni di solisti e gruppi. L’apertura è ogni volta affidata a musicisti e progetti jazz modenesi: martedì 10 a Stefano Calzolari e all’Achille Succi duo; mercoledì 11 a Davide Fregni e all’Ivan Valentini duo. E’ molto forte il rapporto con Modena anche di altri grandi artisti che si esibiscono alla due giorni jazz del Baluardo. Gino Paoli, ad esempio, ha una casa in città ed è sposato a una modenese, mentre Tullio De Piscopo è legatissimo a Sassuolo e anche la sua compagna è della provincia di Modena. Queste le guest star delle due serate: martedì 10 luglio ci sono David Riondino, Raphael Gualazzi, Rossana Casale, Barbara Casini, Scott Hamilton, Enrico Pieranunzi; mercoledì 11 luglio tocca a Gino Paoli, Tullio De Piscopo, Dado Moroni, Jesse Davis, Franco Cerri, Mattia Cigalini e Dino Rubino.
I biglietti sono già in vendita a 20 euro per serata da “Fangareggi – Casa del Disco” in piazzetta Muratori 204 lungo la via Emilia centro a Modena, oppure in tutte le filiali della Banca Popolare dell’Emilia Romagna. L’intero incasso sarà versato sul conto corrente bancario della Regione Emilia-Romagna dedicato al sostegno dei terremotati dell'Emilia. Collaborazione e sostegno all’iniziativa sono venuti anche da Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Modena Tour, Studio’s, Tema, Casalgrandi strumenti musicali, Zenart, Buonristoro, a cui potrebbero ancora aggiungersi altri.

Il programma
Martedì 10 luglio la serata sarà presentata da David Riondino. Alle 19 Stefano Calzolari e Achille Succi duo; alle 19.30 Enrico Pieranunzi solo, alle 20 Scott Hamilton al sax, Alessandro Lanzoni al piano, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Alfred Kramer alla batteria; alle 20.45 Rossana Casale con Luigi Bonafede al piano e Aldo Mella al contrabbasso; alle 21.30 Raphael Gualazzi al piano e voce con Felice del Gaudio al contrabbasso; alle 22.30 Barbara Casini, voce, con Alessandro Lanzoni al pianoe Gabriele Evangelista al contrabbasso; alle 23 Lorenzo Tucci alla batteria e Luca Mannuzza al piano; alle 23.30 Tom Kirkpatrick alla tromba, Massimiliano Soggiu al sax tenore, Cesare Biondi alla chitarra, Luca Marchesine al contrabbasso, Cristiano Delfino alla batteria. A mezzanotte la jam session finale sarà aperta da Patty Bibertoni con Andrea Papini al piano, Aldo Mella al basso e Luigi Bonafede alla batteria.
Mercoledì 11 luglio: ancora jazz non stop dalle 19 a mezzanotte nella serata presentata da Stefano “Picca” Piccagliani di Modena Radio City. Sul palco per primi Davide Fregni e Ivan Valentini duo; alle 19.30 Mattia Cigalini al sax, Bebo Ferra alla chitarra, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria; alle 20 Tullio De Piscopo alla batteria, con il maestro Franco Cerri alla chitarra, Claudio Capurro e Fulvio Albano al sax, Gianluca Tagliazzucchi al piano, Luciano Milanese al contrabbasso; alle 21 Dado Moroni al piano e Jesse Davis al sax; alle 2130 è il turno di Gino Paoli che canta accompagnato da Marco Tamburini alla tromba, Dado Moroni al piano, Rosario Bonaccorso al contrabbasso, Tullio De Piscopo alla batteria; alle 22.15 Dino Rubino al piano con Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria; alle 23.30 inizia la jam session finale.

Media
  • All'evento jazz anche Gino Paoli
    All'evento jazz anche Gino Paoli
comments powered by Disqus