Dopo il sisma ancora inagibili alcune sedi Cgil

A San Felice, Cavezzo, San Prospero, Carpi, Novi, Rovereto, Soliera sono stati organizzati uffici provvissori.

MODENA – Anche le sedi dei sindacati hanno subito danni nella Bassa. Sono diversi gli uffici della Cgil nei comuni della Bassa modenese che hanno riportato danni e sono tuttora inagibili. A San Felice, Cavezzo, San Prospero, Carpi, Novi, Rovereto, Soliera sono state organizzate sedi provvisorie. Altre come quelli di Mirandola, Camposanto e Finale Emilia sono tornate nuovamente agibili dopo lavori di messa in sicurezza. Altre come quelle di San Possidonio e Medolla sono sempre state agibili. Castelfranco riapre lunedì 9 luglio e Concordia riaprirà anch’essa a breve.
Salvo pochi giorni di chiusura nei giorni immediatamente a ridosso delle scosse più forti, le sedi Cgil non hanno mai smesso di funzionare e hanno continuato ad offrire, anche in sedi provvisorie come camper e container, la consulenza  e i servizi fiscali, di patronato, ecc.. a lavoratori e pensionati. Questo grazie all’immediato sostegno (messa a disposizione di contenitori) offerto da strutture nazionali Cgil quali Spi, Flai e Fiom, ma anche grazie all’impegno dei tanti funzionari, che pur vivendo personalmente condizioni disagiate, hanno ripreso a lavorare nel più breve tempo possibile.
Di seguito le sedi provvisorie Cgil e quelle che hanno di nuovo riaperto.
La sede della Cgil di San Felice sul Panaro, situata all’interno del perimetro della zona rossa, è inagibile. Le attività (patronato Inca, ufficio fiscale Csc e consulenze contrattuali) hanno continuato a funzionare in sedi provvisorie allestite nei camper forniti dallo Spi/Cgil e dalla Fiom/Cgil in via Furlana (dietro Centro Opera). Dal 9 luglio la sede provvisoria si sposta in via Torino, 54 (cell. 334 1926361) dove ai camper viene affiancato anche un container.
La sede della Cgil di Cavezzo, situata all’interno del perimetro della zona rossa, è inagibile. Allestita la sede provvisoria con container e camper in via Cavour, angolo via Medaglie d’Oro (entrata campo sportivo) - cell. 380 7694392.
La sede della Cgil di San Prospero è inagibile. Allestita sede provvisoria nel camper situato in piazza Gramsci (di fronte alla sede Cgil).
La sede della Cgil di Mirandola, dopo 20 giorni di chiusura, è nuovamente agibile (via Agnini, 22 - tel. 0535 22014).
La sede della Cgil di Camposanto, dopo 30 giorni di chiusura, è nuovamente agibile (via Roma - tel. 0535 87145).
La sede della Cgil di Concordia (via Matteotti, 2 - tel.0535 55201) è agibile, ma temporaneamente ancora chiusa, in attesa del completamento dei lavori di demolizione della torre dell’acquedotto. La sede provvisoria è nei camper collocati nel parco Pertini in via Togliatti.
La sede della Cgil di Finale Emilia, dopo 25 giorni di chiusura, è nuovamente agibile (via Cappuccini 20 - tel.0535 91347). Da metà luglio funzionerà anche un punto informazione allestito su un bus giallo Atcm/Seta parcheggiato in via Cimitero.
La sede della Cgil di Medolla è sempre stata agibile (via Roma 97 - tel. 0535 53111).
La sede della Cgil di San Possidonio è sempre stata agibile (via Matteotti 5/F - tel.0535 39005).
La sede della Cgil di Carpi è momentaneamente inagibile. Le attività (patronato Inca, ufficio fiscale Csc, consulenze contrattuali, Sunia e Federconsumatori) continuano a funzionare in sedi provvisorie allestite nei camper e container situati di fronte alla sede in via 3 Febbraio,1 - tel.059 6310411.
La sede della Cgil di Novi, situata all’interno del perimetro della zona rossa, è inagibile. Le attività hanno funzionato presso sedi provvisorie allestite in camper/bus collocati in via Vittorio Veneto. Dal 9 luglio nuova sede provvisoria nel container in via Bologna (zona artigianale).
La sede della Cgil di Rovereto è inagibile. La sede provvisoria è allestita presso il camper collocato in via Chiesa Nord (di fronte alla sede Cgil), nei prossimi giorni sarà spostata in via Curiel (zona Campo sportivo) all’interno di un container.
La sede della Cgil di Soliera è momentaneamente inagibile. La sede provvisoria è allestita presso il container in via Marconi (di fronte alla sede Cgil) - tel. 059 567111.
La sede della Cgil di Castelfranco Emilia (via Circondaria Nord 126/A, tel.059 926136) riapre il 9 luglio. La sede è rimasta chiusa 40 giorni causa pericolo crollo della vicina ciminiera in disuso rimessa in sicurezza recentemente. Durante le scorse settimane e sino a sabato 7 luglio le attività si sono svolte prevalentemente nella sede della Cgil di Nonantola (piazza Liberazione, 16 - tel.059 549031), ma anche di Piumazzo (059 931609) e San Cesario (059 930161) in giorni e orari prestabiliti.

Media
comments powered by Disqus