Tommy: per Cassazione "piano" era della Conserva

Ci sarebbe la mente della compagna di Mario Alessi dietro al sequestro e all'uccisione del piccolo, avvenuta 6 anni fa

Il piccolo Tommy

Il piccolo Tommy

ROMA - Dietro il rapimento e l'uccisione del piccolo Tommaso Onofri c'è la mente di una donna. Questo, almeno, quanto scritto dai supremi giudici della Cassazione nelle motivazioni depositate il 14 giugno e inerenti l'udienza del 13 marzo scorso che ha confermato la condanna a 24 anni di carcere per Antonella Conserva, la convivente di Mario Alessi.
Sono massicce e incontrovertibili le prove del suo coinvolgimento prima nel sequestro, avvenuto il 2 marzo 2006, e quindi nell'uccisione del bimbo, soffocato e interrato poco dopo in un bosco. Non è nemmeno da escludere, stando a quanto emerso nelle carte, che sia suo lo spunto del piano criminale.

Media
  • Il piccolo Tommy
    Il piccolo Tommy
comments powered by Disqus