Terremoto Modena, chiusi Duomo e tutte le chiese

Lesioni al Tempio e a San Biagio. Problemi anche alla pinacoteca nel palazzo dei Musei. La mappa dei danni in città

Un momento della presentazione in consiglio comunale del libro “Una Unica Unità. Progetto d'arte pubblica per la città di Modena”

Un momento della presentazione in consiglio comunale del libro “Una Unica Unità. Progetto d'arte pubblica per la città di Modena”

MODENA - La scossa di domenica sera (magnitudo 5,1 alle 21,20) ha provocato danni ingenti anche a Modena, soprattutto alle chiese e agli edifici storici. Lesioni importanti alla Chiesa del Tempio e a quella di san Biagio, entrambe già oggetto di lavori dopo il sisma del 1996. Rischiano di rimanere chiuse per alcuni mesi per lavori che non possono essere rinviati. Problemi sono emersi anche all'interno della pinacoteca, nel palazzo dei Musei. Sono in corso verifiche e accertamenti.
Ma il quadro è più grave. A Modena sono chiuse tutte le chiese. Continuano nella chiesa di Sant'Agostino le verifiche puntuali sulla cornice in gesso della trabeazione che segna tutto il perimetro, decorata a festoni di frutta, dalla quale si erano staccati frammenti di dimensioni considerevoli (circa 10 centimetri di diametro): viene battuta dai tecnici per individuare eventuali punti di potenziale distacco e caduta. Rimangono chiusi in via precauzionale anche il Teatro Comunale Luciano Pavarotti e il Teatro Storchi.

Inagibili le scuole De Amicis e Venturi (anno scolastico finito per tutti)

Riaprono le anagrafi circoscrizionali e le biblioteche Delfini e Rotonda
Martedì 5 giugno riapriranno al pubblico regolarmente gli sportelli anagrafici presso le sedi delle quattro circoscrizioni cittadine. La riapertura è slittata di un giorno a causa delle scosse di terremoto registrate nella serata di domenica 3 giugno, che hanno reso necessari ulteriori controlli da parte dei tecnici. Gli sportelli anagrafici circoscrizionali si trovano in piazzale Redecocca (circ.1), via Nonantolana 685 (circ. 2), via Don Minzioni 121 (circ. 3) e via Newton 150 (circ. 4).
E’ già aperta, dopo i controlli da parte dei tecnici, la biblioteca Rotonda in via Casalegno 42 e aprirà regolarmente alle 14,30 di lunedì 4 giugno anche la biblioteca Delfini in corso Canalgrande 103. Verifiche sono ancora in corso nelle altre biblioteche cittadine.

Agibili tutte le strutture per anziani
Tutte agibili le strutture residenziali e semiresidenziali per anziani, disabili e adulti del Comune di Modena che in queste ore sono state sottoposte a nuovi e approfonditi controlli da parte dei tecnici del settore Lavori pubblici. Non sono stati rilevati danni agli edifici. Alla residenza per anziani Cialdini, dopo le ultime scosse gli ospiti in via cautelativa consumano i pasti in apposite salette.

Dal progetto UUU 1000 euro al fondo per i terremotati
E’ di quasi mille euro il contributo raccolto per le popolazioni colpite dal terremoto in occasione della presentazione del libro “Una Unica Unità. Progetto d'arte pubblica per la città di Modena” che si è svolta in Consiglio comunale sabato 2 giugno. Il ricavato dalle vendite del volume e dalle altre offerte, infatti, è stato devoluto sul conto corrente attivato dalla Provincia e indicato all’unanimità dal Consiglio comunale in un ordine del giorno che invita a sostenere il fondo intestato a “Provincia di Modena – interventi di solidarietà” (filiale Unicredit di piazza Grande: codice iban IT 52 M 02008 12930 000003398693, causale “Terremoto maggio 2012”).
Il volume raccoglie le fotografie, inserite l’anno scorso in un grande tricolore lungo i portici di piazza Grande, dei 560 modenesi che hanno aderito al progetto d'arte pubblica di Alberta Pellacani, voluta dal Consiglio per celebrare il 150esimo dell’unità nazionale. Oltre alle fotografie il libro contiene testi di presentazione dell’autrice Alberta Pellacani, del sindaco di Modena Giorgio Pighi, della presidente del Consiglio comunale Caterina Liotti, della storica dell’arte Angela Madesani e della giornalista modenese della tv La 7 Flavia Fratello che ha aderito facendosi fotografare nella grande bandiera.
Tutti i cittadini che non l’abbiano già fatto, non solo i protagonisti, sono invitati ad acquistare al costo di 10 euro una copia del volume, pubblicato da Nuova Grafica di Carpi, rivolgendosi agli uffici informativi di piazza Grande.

Media
  • Un momento della presentazione in consiglio comunale del libro “Una Unica Unità. Progetto d'arte pubblica per la città di Modena”
    Un momento della presentazione in...
comments powered by Disqus