Terremoto, dalla Chiesa un milione di euro e colletta nazionale

L'iniziativa della Cei a favore delle popolazioni colpite

MODENA - La Chiesa dona un milione di euro dell'8 per mille ai terremoti e indice una Colletta nazionale in tutte le chiese domenica 10 giugno, solennità del Corpus Domini. Dopo il messaggio scritto all'Arcivescovo di Modena e Nonantola mons. Antonio Lanfranchi, papa Benedetto XVI e la Cei fanno un gesto concreto per venire incontro alle esigenze delle popolazioni colpite dal terremoto.
Il ricavato, spiega la Cei dovrà essere consegnato tempestivamente alle rispettive Caritas diocesane, che provvederanno a inoltrarlo a Caritas Italiana, già operativa nelle zone colpite con un proprio Centro di coordinamento. L’attenzione nei confronti delle vittime del sisma emiliano sarà testimoniata anche nel corso dell’Incontro mondiale delle famiglie a Milano: ci sarà anche una famiglia terremotata sul palco con il Papa la sera di sabato 2 giugno.
Del terremoto ha parlato anche il vescovo di Carpi, mons. Francesco Cavina, che dai microfoni di Radio Vaticana ha lanciato un appello: "E' necessario partire immediatamente per la ricostruzione, perché altrimenti queste comunità corrono veramente il rischio di smarrirsi, di perdere se stesse. Quindi, chiedo veramente che ci si affretti nel mettere in opera la ricostruzione. Anche io mi trovo fuori casa. Bisogna ricominciare, ma subito".

Media
comments powered by Disqus