Terremoto Modena: 16 morti, un disperso, 350 feriti. Crolli e distruzione: sembra la guerra

I nomi delle vittime a San Felice, Mirandola, Concordia, Finale, Cavezzo e Rovereto di Novi (morto il parroco don Ivan Martini). Donna ritrovata viva sotto le macerie. Previste nuove scosse. Lunedì lutto nazionale. Segui la diretta / foto / video

Il recupero delle vittime dopo il crollo del capannone della ditta Meta di San Felice sul Panaro (foto Davide Mantovani)

Il recupero delle vittime dopo il crollo del capannone della ditta Meta di San Felice sul Panaro (foto Davide Mantovani)

MODENA - Alle 9 di questa mattina una forte scossa di terremoto (seguita da una lunga raffica, l'ultima poco prima delle 13) è stata avvertita in tutta l'Emilia, da Modena a Reggio Emilia fino a Parma, Bologna. Sono 16 le vittime, lo dice il capo della protezione civile Gabrielli. Quelli di cui si è avuta conferma sono: uno a Finale, uno a Concordia, tre a San Felice (operai ditta Meta e un ingegnere in via Perossaro), 2 a Mirandola (uno in casa, uno in ditta in via Di Mezzo), uno a Rovereto di Novi (è il parroco don Ivan Martini, stava cercando di recuperare in chiesa una statua della Madonna), uno a Cavezzo (in un mobilificio) e tre a San Giacomo. Sotto le macerie altri operai, i vigili del fuoco stanno cercando di trarli in salvo. Salgono così 16 le vittime del terremoto. In serata, a Cavezzo, una 65enne è stata ritrovata viva sotto le macerie. Persone sotto le macerie a Medolla. Si teme che il bilancio possa salire.
La terra ha tremato per almeno 20 secondi. Epicentro a Medolla, a 10 chilometri di profondità. Magnitudo 5,8. Tutti in strada. Telefoni in tilt in tutta la Bassa Modenese. Poi nuove scosse per tutta la mattina. Dai social network arrivano notizie di altri crolli, soprattutto a Finale Emilia, San Felice sul Panaro, Mirandola, Novi di Modena, Medolla e Cavezzo, il cui centro sembra bombardato. Crollato il Duomo di Mirandola. Stessa sorte per il castello di Finale, già lesionato gravemente. A Medolla danni alla Menù (industria alimentare). A Modena danni alla Chiesa del Voto in via Emilia Centro. La scossa è stata avvertita anche a Milano e in Veneto, fino in Austria.

Ore 22 – Donna ritrovata viva sotto le macerie
E’ rimasta 12 ore sotto le macerie ma i vigili del fuoco di Modena l’hanno trovata viva, sotto a un mobile della cucina che l’ha protetta. La 65enne di Cavezzo è stata ritrovata tra le macerie di una palazzina di quattro piani completamente collassata a causa del sisma. Stamattina la casa era stata dichiarata inagibile ma, poco prima delle 9, la donna era rientrata per recuperare alcune cose. Il suo ritrovamento è stato possibile anche grazie ai cani. Poco dopo le 21 la signora è stata trasportata al policlinico di Modena. 

La disperazione di alcuni cittadini di Cavezzo (foto Elite Alessandro)

La disperazione di alcuni cittadini di Cavezzo (foto Elite Alessandro)

Ore 21.40 – Sale il numero delle vittime e dei feriti
È di 16 vittime, un disperso e circa 350 feriti l'ultimo bilancio ufficiale del sisma di questa mattina in Emilia-Romagna diffuso dalla Protezione civile. A Medolla è deceduto Paolo Siclari, più altre due persone ancora da identificare sotto le macerie dell'azienda Haemotronic. A Mirandola sono deceduti Mauro Mantovani, Enea Grilli, Eddy Borghi, Vincenzo Iacono e Hou Hongli, cittadino cinese. A Cavezzo le vittime sono Iva Contini, Daniela Salvioli ed Enzo Borghi. A Concordia è morto Sergio Cobellini. A Rovereto di Novi il parroco don Ivan Martini. A San Felice hanno perso la vita Gianni Bignardi, Mohamad Azarg e Kumar Pawan. 

Ore 20,30 - Ancora una scossa di terremoto molto forte

Ore 20,10 - Partite per la Bassa Modenese altre colonne mobili dall'Umbria, dal Friuli e da altre regioni per allestire campi per accoglienza

Case crollate a Cavezzo (foto Elite Alessandro)

Case crollate a Cavezzo (foto Elite Alessandro)


Ore 19,40 - L'assessore Stefano Vaccari su Twitter: saranno 2000 i posti allestiti entro domattina, 800 dormiranno in hotel dell'Appennino. Stiamo facendo il massimo tutti

Ore 19,15 - Evacuati per precauzione gli stabilimenti Ferrari, Maserati, Lamborghini e Ducati

Ore 19 - Lotta agli sciacalli: aumentano i controlli
Al vertice appena concluso nella sede della Provincia di Modena si è parlato soprattutto di sicurezza, come ha spiegato il Ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri. "Dobbiamo garantire la presenza cospicua delle forze dell'ordine perché la gente possa tranquillamente lasciare la propria casa con la consapevolezza che verrà tutelata. Non tutti potranno dormire nelle loro case quindi è importante che il territorio sia presidiato".

Ore 19,10 - Cavezzo: guarda le immagini del crolli e della disperazione

I fedeli non abbandonano la chiesa di San Biagio (foto Davide Mantovani)

I fedeli non abbandonano la chiesa di San Biagio (foto Davide Mantovani)

Ore 19 - A Soliera 400 pasti gratis agli sfollati alla Festa Pd di Limidi, tendopoli in piazza
ORE 18.50 - Ingv: previste nuove e forti scosse
Le parole del presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) Stefano Gresta: "La sequenza delle repliche sarà lunga e non si può escludere che possano avvenire altri forti terremoti, come quello avvenuto oggi".

Ore 18.30 - 1200 vigili del fuoco impegnati
Il dato è stato fornito al ministro degli Interni Anna Maria Cancellieri durante il summit in corso nella sede della Provincia. Impegnati anche 6 nuclei cinofili, 5 squadre puntellatori, 3 autoscale e 3 autogru.

La mappa dei due terremoti

La mappa dei due terremoti


Ore 18,25 - Modena, riaperto il ponte del'Uccellino
E’ stato già riaperto il ponte dell’Uccellino sul Secchia tra Modena e Soliera chiuso nel pomeriggio per verifiche. Dai controlli non sono emersi problemi alla struttura e la circolazione ordinaria è stata ripristinata. Sono comunque previste ulteriori verifiche alle cosiddette “pile”, i pilastri che reggono l’infrastruttura, nella giornata di mercoledì 30 maggio.

Ore 18,22 - Altra scossa di terremoto con epicentro nel Modenese. Magnitudo 3,0

Ore 18.05 - 84 anziani della casa di riposo di Cavezzo a Bologna
Sono 84 gli anziani sfollati dalla casa protette di Cavezzo che hanno trovato ospitalità a Villa Ranuzzi di Bologna.

Ore 18 - Il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri: il bilancio del terremoto è di 15 morti certi e 12 dispersi

Ore 17,45 - I danni alle fabbriche. Bassa in ginocchio
L'elenco delle aziende danneggiate da crolli: Menu e Aemotronic (Medolla), Vam (Cavezzo), Gambro, Arnes (Mirandola), caseificio razionale novese (tra i più grandi dell'Emilia Romagna). La Cgil: numero impressionante. Fabbriche e capannoni crollati che si aggiungono all'elenco delle 1.780 aziende già ferme dopo il terremoto del 20 maggio.

Ore 17,33 - Modena, chiuso per verifiche il ponte dell'Uccellino
E' stato chiuso al traffico il Ponte dell'Uccellino, che attraversa il fiume Secchia tra il territorio del comune di Modena e quello del comune di Soliera. La decisione è stata presa per consentire verifiche strutturali da parte dei tecnici del settore Lavori pubblici del Comune di Modena.

L'antica Pieve di Camurana distrutta dal terremoto (foto Davide Mantovani)

L'antica Pieve di Camurana distrutta dal terremoto (foto Davide Mantovani)

Ore 17,30 - Aceto Balsamico, danni per 15 milioni di euro
Il Consorzio stima i danni attorno ai 15 milioni di euro. L'acetificio Pontirol di San Felice è quasi distrutto; 200 aziende sull'orlo del baratro. 

Ore 17,25 - Inchiesta Procura sui morti
Il procuratore capo Vito Zincani ha annunciato che saranno aperte inchieste per fare luce su quando accaduto, in particolare dove si sono registrati crolli che hanno provocato vittime. Un fascicolo conoscitivo era già stato aperto dal Procuratore Zincani, sul crollo di capannoni, anche di recente costruzione, provocato dal terremoto del 20 maggio (inchiesta condotta dal procuratore aggiunto Lucia Musti).

Ore 17,20 - Rovereto, 2 mila sfollati: paese fantasma
Triste record per la popolosa frazione di Novi di Modena. Case distrutte, gli sfollati sono 2 mila.

Ore 17,16 - Modena accoglie 65 anziani in strutture protette
Il Comune di Modena ha dato disponibilità ad accogliere altri 45 anziani provenienti dalle strutture protette dei paesi più colpiti della bassa modenese. Si vanno ad aggiungere ai 20 già ospitati nelle strutture cittadine nei giorni scorsi (uno proveniente da Medolla e gli altri da Finale Emilia), per un totale di 65 persone.

Ore 17.11 - Sassuolo: wi-fi libero e biblioteca chiusa
A scopo puramente precauzionale l’Amministrazione comunale ha disposto per il pomeriggio di oggi, martedì 29 maggio, la chiusura al pubblico della Biblioteca Comunale Cionini. L’Amministrazione comunale, in accordo con Achanto, ha provveduto a rendere libera la rete Wifi Distretto Ceramico al fine di rendere più semplici, rapide e fruibili, le comunicazioni. Temporaneamente, quindi, sarà possibile per tutti l’utilizzo della rete WiFi Disteretto Ceramico senza la necessità di utilizzare Username e Password

Ore 17,10 - Modena, uffici del Comune chiusi fino a verifica tecnica. Aperto l'Ufficio Relazioni con il Pubblico di Piazza Grande 17, tel. 05920312

Ore 17 - I punti di accoglienza a Modena 

Ore 16.50 Lunedì lutto nazionale
Il bilancio del sottosegretario Antonio Catricalà: 15 morti, 7 dispersi, 200 feriti. Il Governo ha decretato per lunedì prossimo il lutto nazionale.

Ore 16,31 - Nuova scossa di terremoto con epicentro nella Bassa Modenese

Ore 16,30 - Dall'Accademia di Modena un pullman e 2 ambulanze
Anche l'Esercito in prima linea nei soccorsi. Su invito della Prefettura, l'Accademia di Modena ha messo a disposizione per i soccorsi un pullman e 2 ambulanze complete di personale medico e paramedico: aiuteranno a sgomberare i pazienti ricoverati al Policlinico, trasferiti in buona parte al Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

Ore 16,20 - Tutte le sedi dell'Università di Modena e Reggio Emilia chiuse fino a domani compreso

Ore 16,14 - Sassuolo, raccolta acqua per le popolazioni colpite
La Protezione Civile di Sassuolo, presente sui luoghi del terremoto sin dalle prime ore di domenica 20 maggio, lancia un appello a tutti i sassolesi: per i territori colpiti anche questa mattina dallo sciame sismico serve urgentemente acqua potabile. Chiunque ne abbia la possibilità e la volontà, quindi, è invitato a recapitare bottiglie d’acqua presso il magazzino comunale di via Pia a Sassuolo dal quale è già partito un furgone carico di bottiglie alle ore 12 mentre un secondo è in partenza proprio in queste ore

Il crollo di un casolare a San Biagio (foto da Twitter)

Il crollo di un casolare a San Biagio (foto da Twitter)

Ore 15,55 - Cavezzo, paese distrutto
Il paese è semidistrutto. In via Primo Maggio i vigili del fuoco e le unità cinofile stanno cercando sotto le macerie di un condominio una donna di cui non si hanno più notizie. Si evacuano gli animali dalle stalle.

Ore 15,50 - Crolli e feriti anche a San Possidonio
Il centro di San Possidonio sembra deserto, abbandonato. Distrutta la chiesa, raso al suolo il campanile. Il Municipio è agibile, ma ha subito gravi lesioni. Si attende la tendopoli.

Ore 15,40 - Bertolini (Pdl): Tragedia immane, ma la popolazione e l'impegno di tutti più forti del sisma. Tutto il Paese sostenza l'Emilia"

Ore 15,25 - Domani (mercoledì) scuole chiuse a Modena Sassuolo, Formigine, Fiorano e Castelnuovo Rangone

Ore 15,20 - I morti sono 15, 4 i dispersi
Il dato è stato comunicato dal capo della protezione civile Franco Gabrielli.

Ore 15,15 Altri 6 mila sfollati, in totale sono 13 mila
I numeri arrivano da Demetrio Egidi, direttore della Protezione civile regionale, ai microfoni del Tgr Rai Emilia Romagna. In arrivo 7 nuove strutture mobili da altre regioni e contatti con Federalberghi per incrementare il numero di hotel disponibili ad ospitare sfollati.

Ore 15 - Bilancio crolli: danni a chiesa Camposanto, chiusa la strada Mirandola Concordia
Anche il comune di Camposanto ha subito dei danni: tanti gli edifici lesionati, crolli alla chiesa. A Malcantone di Medolla imminente il crollo della chiesa sulla strada Provinciale 468: l'edificio è tenuto in piedi solo da cavi elettrici strappati. La strada è stata chiusa al traffico. A Mirandola ispezione della direttrice regionale del Ministero per i beni culturali Carla Di Francesco. Oggi sono crollate le chiese rinascimentali del Gesù e di San Francesco. Altri crolli in Duomo. Puntellato il palazzo municipale. Andrà anche a Finale. Segnalato un crollo importante alla Pieve di Quarantoli, frazione di Mirandola.

Il Duomo di Mirandola gravemente colpito dal terremoto (foto Davide Mantovani)

Il Duomo di Mirandola gravemente colpito dal terremoto (foto Davide Mantovani)

Ore 14.40 - Tendopoli a Cavezzo da domani
Il Comune fa sapere che i lavori di allestimento della tendopoli si concluderanno solo domani. Per questa notte i citadini sono invitati a trovare altre sistemazioni.

Ore 14,30 - Allarme sangue su Twitter. Avis: è falso

Ore 13,40 - Riunione del Centro operativo comunale di Modena
Alle 13.30 si è riunito il Centro operativo comunale (Coc) nella sede del Comando della Polizia municipale di via Galilei a Modena. La riunione è presieduta dal sindaco Giorgio Pighi e dall’assessore con delega alla Protezione civile Simona Arletti. Obiettivo è fare il punto sulla situazione nel capoluogo dopo il terremoto e sull’organizzazione dei controlli e delle attività di gestione dell’emergenza. Del Comitato fanno parte il comandante della Polizia municipale Franco Chiari, la dirigente del settore Servizi sociali Patrizia Guerra, il dirigente del settore Lavori pubblici Fabrizio Lugli, responsabile delle verifiche agli edifici.

Ore 13,30 - San Felice, alla Meta morti un ingegnere e due operai
Una delle tre vittime nel crollo del capannone della ditta Meta di San Felice sul Panaro è un ingegnere italiano che stava eseguendo accertamenti sulla staticità dell'edificio. Morti anche due operai, un marocchino di circa 40 anni e un pakistano sui 30: entrambi erano padri di due bambini.

La disperazione degli operai della ditta Meta di San Felice, crollata (foto RaiNews24)

La disperazione degli operai della ditta Meta di San Felice, crollata (foto RaiNews24)

Ore 13,30 - Nessun danno a Sassuolo

Ore 13,15 - Tre i morti estratti dalle macerie della Bbg di San Giacomo.

Ore 13,15 - Modena, condominio evacuato in via Amendola, verifiche al campanile di S. Barnaba
Controlli in corso in tutte le scuole, evacuato un condominio in viale Amendola, chiesa del Voto transennata, chiusa via Carteria: verifiche a campanile S. Barnaba.

Ore 13,10 - Università chiusa fino a domani
Tutte le attività didattiche e lavorative sono sospese nella giornata di oggi martedì 29 e di domani mercoledì 30 maggio per permettere i sopralluoghi dell’Ufficio Tecnico a tutte le strutture della sede di Modena. Proseguono le attività didattiche e lavorative nella sede di Reggio Emilia.

Ore 13,01 - Nuova scossa di magnitudo 5,3. Epicentro a San Possidonio

Ore 13 - Mirandola, accertata la morte di 7 persone tra cui un ingegnere

Ore 12,57 - Ennesima forte scossa: magnitudo 5,1

Ore 12,50 - I morti sono 12
Aumenta il numero delle vittime accertate. Tanti i feriti ancora sotto le macerie da Cortile di Carpi a Finale Emilia. Alla Emotronic di Medolla sono due gli operai morti, altrettanti i dispersi. 
 
Una casa crollata a Cavezzo (foto Elite Alessandro)

Una casa crollata a Cavezzo (foto Elite Alessandro)

Ore 12,45 - Mirandola, crollate le vecchie scuole di Mortizzuolo. Caduto anche il campanile

Ore 12,40 - Carpi, il bilancio dei danni: piccoli crolli al Palazzo dei Pio

Ore 12,30 - Ingegneri gratis per visionare crepe nelle case
L'ordine degli ingegneri di Modena disponibile a visionare gratis le crepe nelle case. Tel. 059223831. Email segreteria@ing.mo.

Ore 12,20 - La Protezione Civile: lasciate libero il Canaletto
La strada serve ai mezzi di soccorsi.

Ore 12,15 - A Modena arriva il ministro Cancellieri
Il ministro Annamaria Cancellieri ha annunciato che nel pomeriggio sarà a Modena. 

Ore 12,10 - Operaio estratti vivo dalle macerie
Estratto vivo dalle macerie uno dei due operai dispersi nella ditta Bbg di Mirandola. Lo riferisce l'emittente 'Telemodena'. Continuano le ricerche. Ancora due i dispersi.

Ore 12 - A Modena domani scuole chiuse.

Ore 12 - Due tendopoli a Novi di Modena
Sono in allestimento. Ad annunciarlo è il sindaco. Saranno allestite a Novi e a Rovereto. In arrivo la colonna della Protezione civile. Allestiti 30 posti letto al Centro sportivo Aneser di Novi per anziani e bambini.

Cosa fare in caso di terremoto

Cosa fare in caso di terremoto

Ore 11,55 - Aggiornamento vittime, dispersi e soccorsi
A Cavezzo alla ditta Emotronic un crollo ha sepolto quattro operai. I soccorritori stanno scavando. Non si conoscono le loro condizioni. Don Ivan Martini, parroco di Rovereto, è morto nella chiesa della frazione di Novi, colpito da una trave crollata. Almeno due dispersi alla Bbg di San Giacomo Roncole di Mirandola. L'azienda aveva riaperto ieri. A Concordia è morto un anziano colpito in strada da un cornicione che si è staccato dal tetto di un palazzo. A Medolla feriti sotto le macerie. Si tratta di quattro dipendenti di una ditta crollata: uno di loro è certamente vivo.
Don Ivan Martini era parroco della chiesa di Santa Caterina da 7 anni. Stava facendo un sopralluogo insieme a un vigile del fuoco per cercare di recuperare la statua della Madonna. Don Ivo er aprroco di santa caterian da 7 anni. Illeso il vigile del fuoco.

Ore 11,50 - Modena, centro storico: Corso Adriano, transennato un palazzo vicino a via Emilia Centro.

Ore 11,35 - Linee ferroviarie riaperte nello snodo di Bologna: nessun blocco, solo rallentamenti.

Ore 11,30 - Quattro forti scosse di terremoto in 80 minuti
Tutte di magnitudo superiore a 4: l’ultima, di magnitudo 4,7, alle 10,27. Questa la sequenza resa nota dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv): prima scossa di magnitudo 5,8 alle 9, alle 9.07 la seconda di magnitudo 4.0; alle 9,09 magnitudo 4,1; alle 10,25 magnitudo 4,5 e alle 10,27 la replica maggiore, di magnitudo 4,7. Nello stesso arco di tempo sono state registrate anche numerose scosse di magnitudo compresa fra 3 e 4 e molte altre di magnitudo inferiore a 3.

Un capannone crollato (foto @crisprovenzano su Twitter)

Un capannone crollato (foto @crisprovenzano su Twitter)

 
Ore 11,25 - Il bilancio dei danni
A Camposanto - riporta l'agenzia Dire - è crollato il frontone della chiesa. Crollati il Duomo e la chiesa di San Francesco a Mirandola. A Modena, Medolla, Mirandola e Finale Emilia crolli di capannoni con persone sotto le macerie. A San Felice sul Panaro è crollata la torre dell’Orologio, stessa sorte per capannoni e diversi edifici già lesionati dal sisma.

Ore 11,22 - Crolli al teatro comunale di Novi di Modena

Ore 11,20 - A Concordia è stato chiuso il ponte sul Secchia.

Ore 11,15 - Il sindaco di San Felice: "Purtroppo ci sono delle vittime"
Il sindaco di San Felice, Alberto Silvestri, ha riferito al telefono con SkyTG24 che, dopo la nuova scossa di magnitudo 5.8, "purtroppo ci sono delle vittime, ci sono delle persone sotto le macerie. Non riesco a dirvi niente di più. La situazione è molto grave".

Ore 11,05 - Modena, la protezione civile sta evacuando il Policlinico. Stessa operazione all'ospedale Ramazzini di Carpi

Ore 11 - Capannoni crollati come castelli di carta a Mirandola, Cavezzo e Medolla.

Ore 10,50 - I morti sono 5: due a San Felice, uno a Mirandola, uno a Cavezzo, uno a Corcordia sulla Secchia.

Nuovi danni alla Rocca di San Felice (foto Davide Mantovani)

Nuovi danni alla Rocca di San Felice (foto Davide Mantovani)

Ore 10,43 - Nuova scossa di terremoto. La terra non smette di tremare.

Ore 10,40 - Rete cellulare in tilt. Le autorità invitano i privati ad aprire le reti wi-fi per facilitare le comunicazioni.

Ore 10,30 - Il sindaco di Finale Fernando Ferioli vivo per miracolo. Era vicino alla Chiesa del Sacro Cuore crollata.

Ore 10,25 - Altra forte scossa di terremoto avvertita in tutta l'Emilia.

Ore 10,25 - Il sindaco di San Felice conferma: c'è un morto, altri feriti sotto le macerie.

Ore 10,20 - Finale Emilia: nessun ferito, ma centro chiuso. Nuovi crolli alla Chiesa del Sacro Cuore, alla Torre del Municipio e alla Torre del Castello.

Ore 10,15 - Crollata una palla della Chiesa del Voto a Modena, in via Emilia centro

Ore 10 - Le linee ferroviarie intorno allo snodo di Bologna sono interrotte

Un palazzo distrutto nel cuore di Cavezzo (foto da Twitter)

Un palazzo distrutto nel cuore di Cavezzo (foto da Twitter)

Ore 9.45 - La Ferrari: qui in fabbrica a Maranello tutto a posto

Ore 8,30 - Cinque scosse nella notte
La più forte alle 4,12 con magnitudo 2.8 ed epicentro in prossimità di Finale Emilia. Ieri sera una scossa più intensa, di magnitudo 3.2, è stata registrata alle 23:27 con epicentro sempre a Finale. 

Media
  • Il recupero delle vittime dopo il crollo del capannone della ditta Meta di San Felice sul Panaro (foto Davide Mantovani)
    Il recupero delle vittime dopo il crollo...
  • La disperazione di alcuni cittadini di Cavezzo (foto Elite Alessandro)
    La disperazione di alcuni cittadini di...
  • Case crollate a Cavezzo (foto Elite Alessandro)
    Case crollate a Cavezzo (foto Elite...
  • I fedeli non abbandonano la chiesa di San Biagio (foto Davide Mantovani)
    I fedeli non abbandonano la chiesa di...
  • La mappa dei due terremoti
    La mappa dei due terremoti
  • L'antica Pieve di Camurana distrutta dal terremoto (foto Davide Mantovani)
    L'antica Pieve di Camurana distrutta dal...
  • Il crollo di un casolare a San Biagio (foto da Twitter)
    Il crollo di un casolare a San Biagio...
  • Il Duomo di Mirandola gravemente colpito dal terremoto (foto Davide Mantovani)
    Il Duomo di Mirandola gravemente colpito...
  • La disperazione degli operai della ditta Meta di San Felice, crollata (foto RaiNews24)
    La disperazione degli operai della ditta...
  • Una casa crollata a Cavezzo (foto Elite Alessandro)
    Una casa crollata a Cavezzo (foto Elite...
  • Cosa fare in caso di terremoto
    Cosa fare in caso di terremoto
  • Un capannone crollato (foto @crisprovenzano su Twitter)
    Un capannone crollato (foto...
  • Nuovi danni alla Rocca di San Felice (foto Davide Mantovani)
    Nuovi danni alla Rocca di San Felice...
  • Un palazzo distrutto nel cuore di Cavezzo (foto da Twitter)
    Un palazzo distrutto nel cuore di...
  • La Rocca di Finale ha subito nuovi danni e crolli
    La Rocca di Finale ha subito nuovi danni...
comments powered by Disqus